Solidarietà per la ragazza multata a Ladispoli

Uni Lazio

Con riferimento al fatto di cronaca apparso sulla maggior parte degli organi di stampa in merito alla ventenne denunciata sulla spiaggia di Ladispoli perchè sorpresa nuda a prendere il sole, con la spontaneità e l’ingenuità della sua giovane età, L’Unione Naturisti Italiana – Sezione Lazio, esprime la massima solidarietà alla ragazza, rendendosi disponibile a valutare se sussistano i termini per un eventuale ricorso.

UNI Lazio che da anni si impegna per diffondere la cultura naturista ed ottenere aree dedicate (come tratti di spiagge laghi e fiumi) e maggiori tutele per chi la pratica, auspica una maggiore attenzione da parte di tutte le istituzioni preposte, affinchè l’Italia possa adeguarsi agli standard Europei, giovando anche dell’incremento turistico che ne deriverebbe.
La giovane protagonista di questa vicenda, ma anche tutte le persone interessate alle naturismo , che si definisce come movimento caratterizzato dal rispetto per l’ambiente per tutti gli esseri viventi, sono cordialmente invitate a mettersi in contatto con l’Associazione attraverso il canale Facebook e magari a raggiungerci a Capocotta, spiaggia dove la pratica naturista è regolamentata da molti anni, oppure a Santa Severa, dove si sta lavorando con le amministrazioni per il riconoscimento ufficiale.
(Non si cita volutamente altra spiaggia del litorale romano concessa per la pratica naturista dal comune di Fiumicino in quanto il vigente divieto di balneazione, il traffico aereo e il degrado ambientale ne rendono decisamente spiacevole la fruizione).
Facebook
Google+
Twitter
LinkedIn
Pinterest

This website uses cookies to give you the best experience. Agree by clicking the 'Accept' button.