Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per fornire servizi in linea con tue preferenze. Continuando la navigazione si accettano e si autorizzano i cookies necessari.

Italian English French German Portuguese Russian Spanish
Eventi

almanacco

 

Non ci sono eventi per i prossimi giorni
Non ci sono eventi da visualizzare
Latest News

almanacco

Calendario

almanacco

Giugno 2017
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
Meteo Lazio

meteo

Meteo Lazio

Social

almanacco

InfoNaturista

almanacco

E' uscito il numero 70 di

InfoNaturista!!

Per richiederlo vai su: http://www.infonaturista.org

1 2 3 4 5

Scarica >>>QUI la nuova App Android per essere sempre aggiornati sulle novità dell'associazione

L'associazione

 Chi siamo

L’UNI Lazio, sezione laziale dell’Unione Naturisti Italiani, è un’associazione no-profit fondata a Roma nel 1997 con lo scopo di promuovere e diffondere l’ideale naturista ed il rispetto dell’ambiente. Tutti gli iscritti all’associazione sono iscritti all’Unione Naturisti Italiani, membro della Federazione Naturista Italiana    (FENAIT) associata alla Federazione Naturista Internazionale (INF/FNI), di cui ricevono tessera internazione che dovrebbe essere valida per l'accesso in tutte le strutture, club, inizative naturiste nel mondo (purtroopo fanno eccezione alcune strutture italiane , in particolare, sembra, ANB di Marzabotto e Classe di Ravenna, che arbitrariamente si riservano di escludere gli uomini soli, violando così lo Statuto della Federazione naturista Internazionale che vieta le discriminazioni sessuali). L’associazione promuove e diffonde l’ideale naturista nel significato formale e sostanziale attribuitole nello statuto della Federazione Naturista Internazionale. L’associazione promuove e diffonde, inoltre:

  • il diritto alla salute e il miglioramento della qualità della vita, con la vita all’aria aperta, l’esercizio fisico, l’alimentazione sana e vegetariana, la medicina naturale, il nudismo e la lotta contro l’inquinamento, il consumismo, l’abuso di alcool, l’uso di tabacco e di sostanze stupefacenti;

  • la protezione e la valorizzazione dell’ambiente, del paesaggio, della natura e degli animali non umani;

  • la tutela e la valorizzazione della cultura e del patrimonio artistico, nonché la promozione e lo sviluppo delle attività connesse, con il favorire la reciproca conoscenza dei naturisti del Lazio tra loro e con quelli di altre regioni e nazioni, attivando e sostenendo iniziative per la migliore accoglienza locale dei visitatori da tutto il mondo associati alla Federazione Naturista Internazionale;

  • la pace ed i diritti della persona, rifiutando ogni discriminazione di sesso, di razza, nazione o religione, quindi rifiutando modelli sociali in cui la competitività impedisca il rispetto e la somma dell’impegno di tutti.

L’attività che svolge l’UNI Lazio è molteplice in particolare sul piano 'politico' attraverso le battaglie condotte, abbiamo guadagnato la posizione di interlocutori delle Istituzioni. Nel 1999 il Comune di Roma, a seguito dell’accordo fra tutte le forze politiche, approvava finalmente la delibera (n. 104/99) sollecitata dall’UNI Lazio, in base alla quale spiagge libere attrezzate avrebbero potuto essere destinate alla pratica del naturismo. Nasceva così, nell’estate 2000, a Capocotta il primo tratto di spiaggia destinato, in Italia, ufficialmente al naturismo. Purtroppo, tale tratto di arenile è stato di fatto trasformato in spiaggia mista e, pertanto, non più conforme alle ragioni per le quali era stata creata e ad sana espressione del naturismo. Successivamente abbiamo sollecitato gli organi regionali affinché fosse promosso anche il turismo naturista destinando a tale pratica strutture e campeggi. Questa infatti è la finalità della proposta di legge regionale, che fu presentata a Roma il 6 dicembre 2001 (primo firmatario il Vice Presidente del Consiglio regionale del Lazio, Renzo Carella), per dare finalmente spazi e certezze giuridiche a tutti i cittadini che vogliono liberamente esercitare la pratica del naturismo e del nudismo ad esso collegato. Tale proposta di legge regionale è stata aggiornata e migliorata e presentata nuovamente nell'attuale legislatura nel mese di aprile 2006 dall'allora Assessore all'Ambiente Angelo Bonelli. Dopo le dimissioni dello stesso, poichè eletto al Parlamento, il suo successore Filiberto Zaratti ha assicurato il proseguimento dell'impegno già preso da Bonelli. Da un punto di vista 'ambientale' l’UNI Lazio ha condotto e conduce innumerevoli battaglie ed iniziative mirate alla tutela dell’ambiente sul territorio.

Per i propri soci l’associazione organizza numerosi momenti d’incontro ed attività, tra cui: escursioni in montagna, piscina naturista, visite culturali o in oasi naturali protette, proiezioni e conferenze, dibattiti, cene, vacanze naturiste ed altro.