Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per fornire servizi in linea con tue preferenze. Continuando la navigazione si accettano e si autorizzano i cookies necessari.

Italian English French German Portuguese Russian Spanish
Eventi

almanacco

 

Non ci sono eventi per i prossimi giorni
Non ci sono eventi da visualizzare
Latest News

almanacco

Calendario

almanacco

Dicembre 2017
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
Meteo Lazio

meteo

Meteo Lazio

Social

almanacco

InfoNaturista

almanacco

E' uscito il numero 70 di

InfoNaturista!!

Per richiederlo vai su: http://www.infonaturista.org

1 2 3 4 5

Scarica >>>QUI la nuova App Android per essere sempre aggiornati sulle novità dell'associazione

slideshow1 slideshow2 slideshow3

Serata Centro benessere

Sabato 5 novembre 2016

Cari amici, ecco per voi la nostra nuova proposta per la prima serata in sauna di questo d'autunno, all'insegna della salute, del relax, e dell'allegria, che si svolgerà nella stessa struttura, che ha già ospitato la nostra ultima fortunata serata della scorsa primavera, partecipata da molti naturisti:

Vi diamo dunque appuntamento per

VENERDÌ 11 NOVEMBRE 2016

Prima serata in SPA di questo autunno presso

A.ROMA Spa&Wellness
in via G. Zoega 59, ROMA

Per coloro che non conoscono la struttura assicuriamo che si tratta di esclusivo centro benessere termale distribuito su 2500 mq di superficie.

Una SPA di nuova costruzione, molto ben rifinita e lussuosa, caratterizzata da ampi spazi,  che si affaccia sulla panoramica valle del Parco dei Casali. La struttura, gestita in maniera eccellente, si compone di:  Sauna - Doppio Bagno Turco - Biosauna - Impluvium - Piscina coperta.

Questa serata, la prima di questa stagione, avrà anche una finalità promozionale, per far conoscere l'attività dell'associazione anche ai non soci, dei quali, in via eccezionale, sarà ammessa la partecipazione, che, è bene ricordarlo, prevede la nudità obbligatoria.

Come ulteriore sorpresa, per questo inizio di stagione, abbiamo il piacere di proporvi e regalare una novità che sembra aver riscosso un notevole interesse.

Si tratta di una seduta di yoga naturista della durata di 45 minuti a partire dalle 21.30, tenuta due insegnanti qualificati che resteranno con noi per il resto della serata, a disposizione per approfondimenti e curiosità su questa magica disciplina.

Consigliamo di portare con se teli propri e ciabatte anche per evitare o quantomeno rendere più difficile lo scambio involontario. In ogni caso, a chi ne fosse sprovvisto, tutto il necessario per la sauna sarà fornito dal centro benessere.

Sarà inoltre allestito un piccolo spazio ristoro nella zona tisaneria / relax.

Appuntamento per organizzare gli ingressi a partire dalle 20:30.
Il centro benessere è riservato all'uso naturista dalle 21:00 alle 24:00



QUOTE DI PARTECIPAZIONE:

QUOTA 25,00€*
- per i soci iscritti all'UNI Lazio, oppure ad altra associazione naturista federata FENAIT, in regola con la quota sociale 2017 (si raccomanda di portare al seguito tessera INF/FNI).
* NOTA IMPORTANTE:  L'associazione offrirà un buono sconto di 5,00€ da utilizzare per la serata in sauna del 9 dicembre 2016 ai soci UNI Lazio che:
"prenoteranno formalmente" la propria partecipazione alla serata, inviando una e-mail a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., e contestualmente, avranno provveduto al pagamento dell'intera quota di partecipazione di 25,00€, effettuando un bonifico online presso il conto:
Banca Prossima intestato ad UNI Lazio - IBAN: IT12 B033 5901 6001 0000 0101 969

entro le ore 24:00 di mercoledì 9 novembre 2016, oltre questo termine vi invitiamo a non effettuare bonifici, che non saranno accettati.

QUOTA 25,00€
- per tutti coloro che presenteranno contestualmente alla serata in spa, la domanda d'iscrizione ad UNI Lazio, la cui iscrizione sarà pertanto riferita all'anno solare 2017.  In questo caso sarà necessario sottoscrivere il modulo d'iscrizione debitamente compilato, consegnare due foto tessera, e versare per intero la quota sociale [40,00€ per il socio ordinario e 20,00€ per il socio familiare o under 27].
La tessera INF/FNI sarà rilasciata non appena saranno disponibili i bollini FENAIT 2017.

QUOTA  20,00€
- per i Soci "Under 30"
UNI Lazio o di altra associazione FENAIT - , cioè nati dopo il 10/11/1986

•  QUOTA 30,00€
- per i non iscritti ad associazioni naturiste FENAIT




Per ulteriori informazioni ed aggiornamenti potrai rivolgerti alla segreteria UNI Lazio, telefonando al numero +39 3939542684,
inviando una e-mail a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  oppure scrivendo un messaggio privato nel profilo facebook UNI Lazio.

Vi aspettiamo per una straordinaria serata tra vecchi e nuovi amici naturisti.


La segreteria di UNI Lazio

Gita/escursione al Parco 5 Sensi

Mercoledì 12 Ottobre 2016

Cari Soci,

l'estate è ormai archiviata ma la nostra voglia di natura non va in letargo.
Come annunciato qualche giorno fa vi forniamo i dettagli del primo evento previsto dal calendario delle attività invernali Uni Lazio.

Si tratta di una gita/escursione al Parco Cinque Sensi a Soriano nel Cimino (VT) che si svolgerà domenica 16 ottobre 2016.

Parco Cinque Sensi a Soriano nel CiminoAll'interno del parco è possibile fare l'esperienza di di camminare a piedi nudi in un percorso sensoriale intervallato da ambienti asciutti e umidi e tante altre sorprese, come il pane al bastone preparato e cotto sul posto dai partecipanti. Meno di un chilometro per la durata di circa 2 ore.
In abbinamento o (per chi non se la sente di scalzarsi) in alternativa, è possibile effettuare un'escursione nella riserva integrale con una guida naturalistica.
E' possibile portare il pranzo al sacco e consumarlo sul posto, e per i più esigenti c'è anche un ristorante all'interno del parco.
L'accesso è possibile a partire dalle 10,00 fino al tramonto, con partenze scaglionate per gruppi oltre le 14 persone.
Il costo a persona è di €. 8,00 a persona per il percorso sensoriale, e di €. 40,00 per la guida naturalistica, da suddividere tra tutti i partecipanti, per l'escursione nella riserva integrale.
Il parco si trova a 7 km da Viterbo (si esce a Bagnaia dalla superstrada Orte - Viterbo).
L'appuntamento è alle 10 direttamente al Parco, ma ci coordineremo privatamente per eventuali richieste di passaggi.

Per ogni ulteriore dettaglio o curiostà visitate il sito http://parcocinquesensi.weekendlazio.it e/o contattare Lucia al 349.5248338
Precisando che l'evento è aperto a tutti, Soci e non, Vi preghiamo di confermarci la vostra partecipazione, entro venerdi 14 al fine di aggiornare la prenotazione già effettuata.

Attività UNI Lazio autunno 2016

Venerdì 7 Ottobre 2016

Uni LazioCari soci ed amici, il consiglio direttivo di UNI Lazio ha programmato le attività
autunnali 2016. Molte iniziative, alcune nuove, altre consuete, diversificate fra di loro, ma sempre originali e condotte nello spirito naturista, secondo la nostra tradizione.

Il calendario aggiornato degli eventi che ci accompagnerà fino alle festività di fine anno è il seguente:



Domenica 16 ottobre: gita/escursione al Parco 5 Sensi presso Soriano Nel Cimino (VT).

• Domenica 30 ottobre: giornata al mare a Santa Severa con pulizia della spiaggia delle Sabbie Nere.

• Venerdì 11 novembre: centro benessere/sauna, prima serata della stagione presso la splendida struttura A.ROMA Lifestyle Hotel Rome (zona Valle dei Casali - Monteverde).

• Domenica 27 novembre: escursione naturalistica in montagna (itinerario da definire).

• Venerdì 9 dicembre: seconda serata al centro benessere presso la struttura A.ROMA Lifestyle Hotel Rome

• Domenica 18 dicembre: pranzo sociale per gli auguri di natale e fine anno (presso agriturismo della campagna romana).



Vi informiamo che stiamo organizzando le serate di yoga per i soci, pertanto, non appena saranno definiti i programmi, vi comunicheremo date, modalità di partecipazione e tutte le informazioni necessarie.

Tra qualche giorno sarà pubblicato il programma dettagliato della gita del 16 ottobre al Parco dei 5 Sensi.

Le nostre attività sono  riservate ai soci FENAIT  in regola con l'iscrizione annuale, ad eccezione delle attività promozionali alle quali possono partecipare anche i non soci.
Per chi volesse iscriversi per la prima volta ad UNI Lazio, sarà possibile sottoscrivere una pre-iscrizione all'associazione per l'anno 2017, molto vantaggiosa, perché permetterà la partecipazione, fin da subito, anche a tutti gli eventi del programma autunnale 2016.

I riferimenti sono quelli della segreteria UNI Lazio,
-  telefonando  al +393939542684
-  inviando mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
-  tramite messaggio privato sul profilo Facebook UNI Lazio

Vi aspettiamo numerosi per trascorrere una stagione piena di novità, fra nuovi e vecchi amici naturisti.

Raduno Giovani Naturisti Europei

Giovedì 23 Giugno 2016

Amsterdam 2016 Diario di bordo di un'utopia diventata realtà di Valentina Scarozza.
Giusto il tempo di posare lo zaino, pulire il sacco a pelo, riprendere i vestiti quasi invernali ed inizio a ripensare a questa esperienza di quattro giorni nei Paesi bassi appena conclusa.
Sto parlando dell'annuale Spring Rally che raduna tutti i soci giovani delle diverse associazioni naturiste europee. Un raduno di una settantina di ragazzi, quattro dei quali italiani provenienti da Lazio e Campania in un campeggio a nord della stupenda Amsterdam.
Siamo partiti il 5 maggio da Roma e Napoli con quattro voli diversi, anche senza conoscerci, e ci siamo incontrati nel centro di Amsterdam, per essere poco dopo nel campeggio Zon en Leven a Gravingen dove siamo stati accolti dalla stessa atmosfera giocosa che ci ha accompagnato per tutti i giorni.
Quattro giornate di sole, straordinariamente caldo per i Paesi Bassi, giochi all'aperto, piscina, sauna, visita ad Amsterdam, musica e relax... Tutto sempre, ma non obbligatoriamente, in versione naturista.
Se qualcuno dovesse chiedermi con quale ricordo sono tornata a casa, risponderei: con la sensazione di serenità, condivisione e libertà conosciuta al raduno.
Un modo di vivere la nudità che è spesso difficile da raggiungere per i ragazzi, in questo momento culturale, poi, in cui sembra esserci un ritorno ai rapporti possessivi, alla gelosia e all'imbarazzo del proprio corpo.
I gestori del campeggio hanno detto a noi di essere orgogliosi di averci ospitati, e che i giovani sono il futuro del naturismo. Ecco, io credo, guardando ai miei coetanei, che invece il naturismo sia il futuro dei giovani.

Testo di Valentina Scarozza (socia unilazio) e pubblicato da Fenait - www.infonaturista.org

Capocotta, la spiaggia - splendori ed errori

Mercoledì 22 Giugno 2016

Circa quaranta anni orsono, al litorale di Capocotta, tra Castelporziano e Torvajanica, a sud di Ostia, si accedeva attraverso un buco nella recinzione. Vedere persone libere, liberate dagli stereotipi che dal ’68 erano stati indeboliti, donava a tutti un senso di eccitazione.
La vita si svolgeva nella cupa cappa di quegli anni di piombo, con innumerevoli vite spezzate da droghe e violenza politica; tale gravosa condizione veniva alleggerita dai festival della poesia a Capocotta e dalla leggerezza dell’essere che su quella lunga spiaggia trovava vita.
Poi arrivarono gli anni della trasgressione e contemporaneamente si è registrato l’insediamento di piccoli punti di ristoro che pian piano sono cresciuti tra tante, troppe incertezze e inadeguatezze.
Si è anche assistito all’appropriazione della spiaggia da parte di coloro che, ben lontani dalla filosofia naturista, praticavano nudismo a scopi sessuali.
Tante persone sono state importunate in spiaggia con offerte di trasgressive prestazioni sessuali. Anche le dune, miracolo naturale da preservare, hanno subito ingiurie inenarrabili essendo diventate il luogo dove si consumavano continui incontri sessuali. Incredibile era il volume di droghe (tutt’altro che leggere) che circolava in quella zona franca, dove le forze dell’ordine si affacciavano occasionalmente.
Troppo per la nostra generazione di naturisti, per le nostre famiglie e per i nostri figli, da allora tantissimi hanno dovuto rinunciare a frequentare quel luogo così profondamente degradato.
Non per questo si è smesso di lottare perché tanto patrimonio fosse recuperato e destinato alla società civile. Solo a ridosso del nuovo millennio è intervenuto il risanamento e con esso il riconoscimento della destinazione, finalmente legittima, di un tratto di spiaggia alla pratica naturista. Una novità assoluta in Italia, uno spiraglio di luce che squarciava l’ipocrisia che accomunava il naturista al reo.
Quanti inutili procedimenti penali si erano consumati fino a quel momento. “Spiaggia destinata alla pratica naturista” questo il testo dei cartelli che campeggiavano ai confini di quei 250 metri di arenile … ma, così come era accaduto anni prima, i gestori dei chioschi ufficialmente operanti in concessione (occasionalmente coincidenti con alcuni di coloro che avevano inizialmente occupato spontaneamente l’arenile) pian piano hanno gonfiato la superficie dei manufatti, almeno così dice il magistrato che ha ne deciso il sequestro.
I ristoranti sono diventati sempre più capienti e si sono succedute notti di musica folle (a tutto danno dell’ecosistema). Contemporaneamente i gestori garantivano la guardiania della spiaggia, il servizio di salvamento e altri servizi agli utenti. Ecco le due facce antitetiche e compresenti della gestione di Capocotta.
Nel tempo, l’antropizzazione incontrollata e non governata ha trasformato la spiaggia tradendo gli scopi per cui era stata istituita la Riserva Naturale Statale del Litorale romano.
Come tutti sappiamo, matura l’indagine su Mafia Capitale e vengono emessi numerosi importanti provvedimenti dai magistrati, i quali ordinano anche il sequestro di gran parte dei manufatti sul litorale. Alcuni di questi sequestri sono stati riadottati proprio in questi giorni nei confronti di coloro che, sfruttando un’ordinanza di dissequestro per la demolizione, hanno riavviato l’attività commerciale preesistente. Contemporaneamente, il Municipio Roma X, affidato alla gestione di un commissario straordinario dopo lo scioglimento per infiltrazioni mafiose, ha emanato l’ordinanza che disciplina la stagione balneare 2016.
La regola generale prevede che ove non siano attive concessioni gli oneri relativi alla pulizia dell’arenile, alla manutenzione dei passaggi e alla rimozione delle barriere architettoniche rimangano a carico del Municipio.
Con estrema preoccupazione rileviamo che per tutto l’arenile libero da Castelporziano a Capocotta vige una deroga e benché le due grandi spiagge, di cui la prima è di importanza comunitaria e la seconda è ricadente nella Riserva Naturale Statale del Litorale romano, congiuntamente costituiscano un enorme polo di attrazione lungo chilometri, nel quale confluiscono decine di migliaia di bagnanti nel periodo estivo, per le stesse – sulle quali non sono attive concessioni - nessun ente pubblico è tenuto a garantire il servizio di assistenza e salvataggio, nonché di quelle attività che sono necessarie per garantire l’incolumità pubblica e la salute degli utenti, con implicazioni anche sull’ordine e sulla sicurezza pubblica.
Si tratta di una situazione che benché temporanea è inevitabilmente destinata a perdurare per l’intera stagione balneare, durante la quale non saranno assicurati i servizi di assistenza e salvataggio, di vigilanza antincendio delle aree protette, di rimozione delle barriere architettoniche, di pulizia degli arenili, con compromissione degli standard di sicurezza pubblica.
Gli effetti si possono vedere già da ora e si può prevedere che entro breve termine si produrranno ulteriori gravi conseguenze. Appare facile ipotizzare che la porzione di arenile destinata alla pratica naturista, in assenza di altre forme di controllo, possa diventare assolutamente impraticabile per totale mancanza di sicurezza dei naturisti, esposti ad ogni possibile interferenza di chi ritiene che la nudità delle persone consenta atteggiamenti osceni, molestie e qualsiasi pratica a sfondo sessuale.
E’ altrettanto facile ipotizzare che nell’opinione pubblica possa radicarsi la convinzione che i precedenti abusi tutto sommato possano essere un prezzo sopportabile a fronte di un minimo di governo dell’arenile. Unilazio si sta opponendo con forza alla logica del “male minore” pretendendo che, nel pieno rispetto della legalità, sia garantita la sicurezza dei bagnanti e la tutela dei naturisti.
Peraltro, la grande risonanza internazionale della spiaggia naturista di Roma, conosciuta e frequentata dalle migliaia di associati al circuito internazionale dei naturisti, di cui Unilazio costituisce la Sezione locale, sta già producendo negativi effetti sull’immagine di Roma e del suo litorale ben oltre i confini nazionali.
Estremamente aperto è anche il dibattito relativo alla destinazione all’esclusivo uso naturista del limitato tratto di arenile (250 metri) riconosciuto dall’ordinanza del Comune di Roma.
La rimessa a bando del chiosco e della spiaggia dovrà quindi, per Unilazio, considerare l’ipotesi di ampliamento del tratto di arenile destinato al naturismo o riportare all’utilizzo esclusivamente naturista dell’Oasi, visto che lo scorso anno la spiaggia è stata frequentata in larga misura (anche fino al 50%) da bagnanti in costume.
Tutto ciò se da un lato non può che evidenziare l’avvio, da parte del mondo “tessile”, di un nuovo approccio e di una nuova attenzione culturale nei confronti del naturismo, dall’altro lato ci costringe comunque a tener conto del fatto che nel nostro Paese i vincoli normativi – ancorché depenalizzati - lasciano alta la barriera tra chi è “dentro” e chi è “fuori” la filosofia naturista. UNI-Lazio
    
Articolo scritto da Paolo Petrarca (consigliere unilazio) e pubblicato da Fenait - www.infonaturista.org